Incontri di formazione per genitori

Nella convinzione che il successo formativo dei nostri ragazzi possa essere raggiunto solo attraverso il continuo confronto tra Scuola e Famiglia, l’Educandato ha organizzato due conferenze che si terranno presso l’Aula Magna della sede centrale nelle seguenti date:

 

Venerdì 5 maggio 2017 dalle ore 17.30 alle ore19.30

ELOGIO DEL GENITORE IMPERFETTO

 

Sabato 13 maggio 2017 dalle ore 10.00 alle ore 12.00

IL CONFLITTO CON L’ADOLESCENTE

 

Gli incontri verranno tenuti dal prof. Giuseppe Amato, docente di scuola secondaria di secondo grado che svolge anche la libera professione come Pedagogista e Counselor scolastico e aziendale. Ha progettato e realizzato diversi interventi nelle scuole secondarie di primo e di secondo grado.

genitori-figli

Elogio del genitore imperfetto

Un genitore è tanto più competente quanto più riesce ad essere consapevole di sé nella relazione con i propri figli, sapendo che ogni comportamento, ogni bisogno del figlio nasce all’interno dell’ambiente in cui questo si muove, in primis l’ambiente familiare, di cui il genitore è parte.

Spesso i genitori sono interessati a capire meglio i comportamenti del figlio/a, trascurando il fatto che l’esperienza educativa è innanzitutto ascolto di sé. Diventa, quindi importante, porre attenzione non solo ai bisogni del figlio, ma anche a quelli del genitore, spesso impegnato a rispondere ad aspettative troppo alte imposte sia dai valori personali che dall’ambiente sociale. Lo sforzo di rispondere a tali aspettative, spesso accompagnato da alti livelli di ansia e di frustrazione, rischia di far perdere al genitore una consapevolezza importante: quella della propria “imperfezione”. Eppure questa consapevolezza può essere un elemento non trascurabile dell’esperienza educativa.

 

La gestione dei conflitti con gli adolescenti

Il tempo della preadolescenza e dell’adolescenza è un tempo di una nuova nascita che riguarda non soltanto il ragazzo in età evolutiva, ma l’intero sistema familiare. Perché se da un lato cresce l’adolescente con la sua nuova identità e il suo progetto da realizzare, dall’altro cresce l’ambiente intorno a lui/lei, chiamato a confrontarsi e a scontrarsi con le nuove problematiche e le nuove sfide che l’adolescente presenta. I conflitti con gli adolescenti e la loro gestione si collocano all’interno di questo processo evolutivo come una grande opportunità di crescita corale di tutti i membri della famiglia, i genitori in primis. Perché quando, di fronte al figlio che cambia, il genitore si chiede: “Io come posso rispondere?”, quel genitore sta diventando una persona nuova, sta crescendo col figlio.