UCCELLIS AVAMPOSTO CONTRO BULLISMO e CYBER-BULLISMO

Bullismo e cyber-bullismo sono i nemici della scuola e della società.
Per questo l’Uccellis ha attivato una speciale équipe incaricata di monitorare il fenomeno in ottica di prevenzione, oltre che di sensibilizzazione verso gli studenti.

Il cyber bullismo è la manifestazione in Rete di un fenomeno più ampio e meglio conosciuto come bullismo. Quest’ultimo è caratterizzato da azioni violente e intimidatorie esercitate da un bullo, o un gruppo di bulli, su una vittima. Le azioni possono riguardare molestie verbali, aggressioni fisiche, persecuzioni, generalmente attuate in ambiente scolastico. Oggi la tecnologia consente ai bulli di infiltrarsi nelle case delle vittime, di materializzarsi in ogni momento della loro vita, perseguitandole con messaggi, immagini, video offensivi inviati tramite smartphone o pubblicati sui siti web tramite Internet. Il bullismo diventa quindi cyberbullismo, ovvero l’insieme di azioni aggressive e intenzionali, di una singola persona o di un gruppo, realizzate mediante strumenti elettronici (sms, mms, foto, video, email, chatt rooms, istant messaging, siti web, telefonate), il cui obiettivo è provocare danni ad un coetaneo incapace di difendersi.

La nostra Scuola è orgogliosa di disporre di un sistema di sorveglianza per evitare che questi fenomeni criminali possano infiltrarsi.

L’Istituto ha aperto una mail per segnalare possibili casi (maran@uccellis.ud.it) e ricorda che anche il Ministero ha attivato una casella di segnalazione dei casi di bullismo e cyber-bullismo (bullismo@istruzione.it), oltre ad aver varato il Piano Nazionale contro questo fenomeno.

La prevenzione e il contrasto del cyberbullismo rientrano tra gli obiettivi formativi prioritari indicati dall’articolo 1 comma 7 della legge n. 107/2015, come indicato esplicitamente anche nella legge 71/2017.